Diario di Viaggio 17: Inverno 2018

 

17 viaggi in Giappone, e arriveremo a 20 per questa estate. Se qualcuno mi avesse detto 7 anni fa che saremmo riusciti a tanto gli avrei dato del pazzo e invece, grazie soprattutto a voi siamo riusciti a creare dei viaggi di successo e che soprattutto ci permettono di fare cose davvero particolari ed esclusive che in altri viaggi (o se uno si organizza da solo) spesso non si trovano. Forse questo è stato davvero uno dei più riusciti sia per la particolarità, sia perché tutto ha funzionato alla perfezione e nonostante la stagione difficile davvero non c'è stato alcun imprevisto. 8 Febbraio 2018 Arriviamo a Sapporo senza problemi, ma stanchi del lungo volo. È già tardi, ma questo non ci impedisce di uscire e assaporare la (gelida) aria di Susukino e di goderci un ottimo ramen. La vacanza vera inizia l'indomani, ma siamo in Giappone! 9 Febbraio 2018 Similmente al primo viaggio, iniziamo il giro di Sapporo al Beer Garden, un museo ad ingresso gratuito in cui viene spiegato come si produce la birra Sapporo. C'è anche l'opportunità di fare degli assaggi e accanto al museo sono diversi i ristoranti in cui si può assaggiare il Jingisukan, un ottimo yakiniku a base di carne di pecora. Sapporo Beer Garden Terminato il pranzo andiamo a Odori Park, dove ci dedichiamo due ore a visitare tutte le statue di ghiaccio. Abbiamo già pubblicato un reportage più completo con una galleria di foto che vi invitiamo a guardare: https://www.animeclick.it/news/72427-venite-con-noi-allo-yuki-matsuri-2018-e-allotaru-snow-light-festival Foto_Yuki_Matsuri_2018 In serata ci spostiamo a Otaru, dove visitiamo un altro festival altrettando spettacolare che coniuga luci e neve. Per cena ci fermamo al mercato del pesce dove posso dire di aver mangiato uno dei sashimi più spettacolari di tutta la mia vita. Otaru Snow Light Festival 10 Febbraio 2018 Il 10 Febbraio lasciamo Sapporo per una gita ad Asahikawa dove visitiamo lo Zoo Asahiyama famoso per la marcia dei pinguini. Oltre ai pinguini, lo zoo è pieno di orsi bianchi, foche ed altri animali abituati a climi rigidi assieme, per la verità, ad altri un po' fuori contesto. La marcia dei Pinguini allo Zoo di Asahikawa Nel pomeriggio, il pullman della gita ridiscende verso Biei dove si ferma alle spettacolari Cascate Shiroige (baffo di drago) e alle spettacolari Aoi Ike, un laghetto che si è venuto a creare solo 30 anni fa a seguito dell'eruzione di un vulcano e che assume una particolare colorazione blu a causa della presenza nell'acqua dell'idrossido di alluminio. Shiroige Falls Aoi Ike 11 Febbraio 2018 L'ultima giornata a Sapporo la passiamo a visitare il mercato del pesce, le gallerie commerciali, l'immancabile Mandarake e la fabbrica di cioccolato Ishiya dove producono il famoso cioccolato bianco dell'Hokkaido. Ma a far la parte del leone è ancora lo Yuki Matsuri che quest'anno, in onore del 30° anniversario di Final Fantasy, dedica la sua composizione principale proprio al famoso brand, con spettacoli di luci serali da lasciare davvero senza fiato.  

 

12-13 Febbraio 2018 Ci spostiamo a Noboribetsu ripetendo la gita che già 3 anni fa aveva conquistato tutti. Ad una temparatura di -16° si va a passeggio per il jigokudani, la valle dell'inferno con i suoi laghi e i suoi geiser per poi dedicare tutta la sera (e la notte) alla fantastica stazione termale, una spa a cinque stelle con innumerevoli vasche e un rotenburo esterno. Forse le foto non rendono troppo giustizia alla spettacolarità dei paesaggi e le terme non si possono fotografare, ma possiamo assicurarvi che questo luogo è stata una vera rivelazione per i viaggi in Giappone e che semmai (sarà difficile) dovesse esserci un terzo ritorno allo Yuki Matsuri, sarà ancora una tappa fissa. Rilassati e ritemprati, il giorno 13 lasciamo l'Hokkaido per volare verso sud, a Fukuoka. Noboribetsu 14 Febbraio 2018 Il giorno di San Valentino è libero per il gruppo. C'è chi si dedica allo shopping andado ad AruAru City, un centro commerciale dedicato a manga e anime, nella vicina Kokura, chi invece va a cercare i café a tema, come quello di Girls Und Panzer. Di ritorno da Kokura saliamo sullo Shinkansen Evangelion a cui abbiamo dedicato un articolo a parte: https://www.animeclick.it/news/72619-animeclick-in-giappone-sullo-shinkansen-di-evangelion In serata mangiamo dentro un tempio insieme agli amici del centro italiano di Fukuoka. Girls Und Panzer Café 15 Febbraio 2018 Trascorriamo la mattinata a Dazaifu, dove però troviamo l'unica giornata di maltempo di tutto il viaggio. La pioggia è comunque leggera e non ci impedisce di visitare il santuario shintoista Tenmangu e il tempio buddista Kanzeonji, dove è conservata la più antica campana del Giappone. Il clou è però la serata a Kokura in cui torniamo al karaoke bar dove eravamo già stati l'estate scorsa. Ormai siamo di casa lì, e divertirsi a cantare assieme agli otaku locali è veramente un'esperienza incredibile. Adoro il karaoke giapponese, ma farlo così è davvero tutta un'altra cosa. Karaoke Bar a Kokura 16 Febbraio 2018 Gita insieme al Centro Italiano e a Loto Bianco. Questa volta, forse per la prima volta, è proprio Fukuoka stessa, ad essere protagonista della gita. Giriamo la città a piedi dove scopriamo i templi principali, le gallerie commerciali e gli angoli più sconosciuti. Tra i templi da menzionare sicuramente la particolarissima Kushida Jinja, un tempio in cui è possibile compiere un percorso che porta dall'inferno (con dipinti che reppresentano i vari gironi infernali) al paradiso. Nel mezzo un tunnel completamente al buio in cui per muoversi ci si deve affidare solo al tatto toccando i muri. Davvero particolare... Ci fermiamo poi in un antico negozio che produce lampade, dove ognuno dipinge e personalizza una propria lampada. In serata festeggiamo insieme ai giapponesi in un Izakaya.  

17 Febbraio 2018 Andiamo a Nagasaki dove arriviamo per l'ora di pranzo. Mangiamo in un locale spettacolare con una cucina che fonde i sapori della cucina giapponese, cinese, portoghese e olandese. Visitiamo il parco della pace, luogo tristemente noto per il lancio della bomba atomica. Qui veniamo fermati da un hibakusha, un sopravvissuto dell'attacco nucleare, che ci racconta la triste giornata in cui solo lui e un suo collega sopravvissero dell'ufficio in cui lavorava e la vita nei giorni successivi, invitandoci sempre a difendere la pace. La parentesi di riflessione si chiude nel primo pomeriggio per lasciar spazio ad un nuovo matsuri. questa volta organizzato dalla comunità cinese, ma che fonde Cina e Giappone insieme: il festival delle lanterne di Nagasaki. Un festival spettacolare che conferisce alla città un aspetto colorato e unico nel suo genere. Festival delle Lanterne - Nagasaki 18 Febbraio 2018 L'ultima tappa del viaggio AnimeClick è l'immancabile capitale Tokyo. Ma è il giorno del Wonder Festival, ed è un'occasione quasi unica per assisterci. anche in questo caso, ne abbiamo dato copertura con un articolo a parte: https://www.animeclick.it/news/72602-animeclick-al-wonder-festival-2018-tutte-le-foto-delle-figures Nella nostra gallery potete trovare anche alcune foto di cosplayer.  

19 Febbraio 2018 Il gruppo è tutto composto da esperti di viaggi, per cui Tokyo stavolta non necessita di gite organizzate in questa o quella attrazione turistica. Personalmente mi dedico a qualche acquisto e a vedermi al cinema l'ultimo film di Chuunibyou (ormai il cinema in Giappone è diventato un rito per me). La mattina qualcuno fa un giro per Shinjuku salendo sulla torre del palazzo del Governo per godere del panorama. Qualcun altro decide di sfidare la mega coda per andare al Ranma Cafè. È particolare come i giapponesi si mettano in coda ordinata fuori dai centri commerciali, ma come poi comincino a correre per accapparrarsi i posti migliori. I nostri eroi riescono comunque ad entrare con soli 40 minuti di coda. Ranma Cafè 20 Febbraio 2018 Per il 30° anniversario della saga di Final fantasy, a Tokyo è stata allestita (presso la Mori Tower a Roppongi Hills) una mostra per celebrare il brand. Anche in questo caso vi rimandiamo al nostro reportage con gallery fotografica: https://www.gamerclick.it/news/72798-reportage-dalla-mostra-per-il-30-anniversario-di-final-fantasy-a-tokyo Di certo c'è da dire che i giapponesi sanno come organizzare le cose e che la mostra si è rivelata spettacolare oltre ogni rosea aspettativa. A fine mostra anche il bar a tema dove abbiamo potuto assaggiare delle pozioni magiche. Per pranzo ci spostiamo a Tsukiji dove ancora una volta ci abbuffiamo di sushi e sashimi in uno dei tanti minuscoli localini del famoso mercato del pesce. Il pomeriggio lo dedichiamo invece ad Akihabara. Final Fantasy Bar 21 Febbraio 2018 Giornata libera da dedicare allo shopping e alla chiusura delle valigie. C'è chi va ad Harajuku e chi preferisce dedicarsi allo shopping manga e anime. Scopriamo che Nakano Broadway è chiuso, per cui è ancora Akihabara la meta preferita. In serata vorrei far assaggiare al gruppo la Kamo Soba (una soba calda a base di carne di anatra da me scoperta colpevolmente solo da poco). Prenoto un locale a Ginza, e (mi piace vincere facile) il piatto conquista anche tutti gli altri membri del gruppo. Il fatto di essere a Ginza ci offre l'occasione per una passeggiata serale diversa dalle solite Shibuya o Shinjuku e va detto che lo spettacolo delle luci rende questo quartiere bellissimo anche di notte. Kamo Soba Ginza Considerazioni finali Posso fare ancora delle considerazioni sul Giappone dopo 17 viaggi? Sì perché il Giappone riesce sempre a stupirmi, sì perché il Giappone è sempre in cambiamento e sì perché il giappone d'inverno è totalmente diverso da quello dell'estate o della primavera. Innanzi tutti i turisti. Siamo di fronte ad una vera e propria invasione cinese. L'accoglienza in Hokkaido è migliorata, ma stavolta, memore l'esperienza della volta scorsa, mi ero preparato in anticipo (ad esempio con il takkyubin, ovvero la spedizione dei bagagli); i cinesi sono dappertutto: Sapporo ne era piena, mentre gli occidentali erano davvero rari. Fukuoka e Tokyo erano meno affollate di turisti tanto che i negozi di Akihabara, di solito iperaffollati si giravano in tutta tranquillità. E persino sul cibo riesco ancora a stupirmi. Piano piano sto riuscendo a trovare buoni posti anche a Tokyo, ma posso tranquillamente eleggere l'Hokkaido come il luogo numero uno per sushi e sashimi: le barche sono vere e proprie navi e la qualità è veramente superlativa: un paradiso per gli amanti del pesce. Il Kyushu lo metto al secondo posto per il cibo, ma Fukuoka è e rimane sempre la capitale del ramen. E per finire, so di essere di parte, ma davvero Fukuoka è il nostro plus dei viaggi. La collaborazione con realtà locali, permette di fare esperienze difficilmente ripetibili per altre realtà. E vi assicuro che anche per l'estate stiamo preparando una cosa speciale. Il gruppo di questo viaggio era tutto composto da persone che erano già venute con noi, praticamente ormai sono diventati amici, è un piacere viaggiare assieme a loro e questa è sicuramente la soddisfazione più impagabile di tutte.  

Autore: Francesco Parrilla