Depachika: il regno sotterraneo della gastronomia nipponica

 

Quando si è in viaggio, una delle cose che si temono di più sono le giornate di pioggia: tutto diventa più complicato e fastidioso e alcune volte si è costretti ad annullare la gita tanto attesa. Ma a volte non tutto il male viene per nuocere: se siete a Tokyo e vi dirigete in profondità, scendendo sotto le strade trafficate, troverete uno dei segreti della capitale, cioè i vivaci mercati della città, i cosiddetti depachika.  

I depachika sono un vero paradiso per gli amanti del cibo: qui potete trovare ogni genere di prelibatezze, dai delicati dessert francesi alle bottiglie di sake di alta qualità fino a sfilate di pesce freschissimo. Di solito si trovano ai piani interrati dei centri commerciali: in alto giovani donne alla ricerca di vestiti e profumi e in basso famiglie e pensionati che cercano il miglior prezzo per sushi o bistecca e innumerevoli commessi pronti ad accogliere i clienti. D'altronde il nome è proprio la combinazione delle due parole che descrivono cosa abbiamo di fronte: depato (il nome giapponese per i grandi magazzini) e chika (che vuol dire seminterrato). I prezzi non sono fra i più economici ma se arrivate verso la fine della giornata potreste incappare in ottimi sconti.  

I depachika non sono molto conosciuti ma sono abbastanza facili da trovare perché sono presenti nei seminterrati di quasi tutti i grandi magazzini e spesso sono collocati vicino alle stazioni ferroviarie, in modo tale da poterci arrivare senza nemmeno dover uscire all'aperto, il che, come dicevamo, è ottimo per una giornata di pioggia oppure se dovete affrontare un lungo viaggio in treno e volete portare con voi qualcosa di speciale da sgranocchiare o un bento particolare per pranzare in carrozza. Ricordate che più è tradizionale il negozio, migliori sono le sue offerte gastronomiche.  

Di solito i depachika sono divisi in tre sezioni: il reparto gastronomia, il reparto articoli da regalo e il mercato vero e proprio con prodotti freschi come frutta, verdura, pesce e carne. Nel primo si può trovare cibo proveniente da tutto il mondo (dalle insalate alla quiche agli yakitori) spesso venduto a peso, esposto in vetrine immacolate degne di un gioielliere. Il cibo occidentale, soprattutto italiano e francese, è molto presente: sebbene un po' costoso, è perfetto se si è in crisi di astinenza da alcuni comfort di casa. Troverete infatti facilmente lasagne, arancini e pasta fresca che volendo potrete gustare subito spostandovi in piccola aree salotto appositamente allestite.  

Il cibo giapponese però la fa da padrone, come è giusto che sia, proponendo praticamente di tutto, dal manzo wagyu al sashimi appena tagliato e ai piatti casalinghi come il curry. C'è sempre anche un'ottima scelta di snack e street food giapponesi: dal pollo fritto (karaage) alle crocchette (korokke) con mille diversi ripieni, agli onigiri. Da tenere anche presente gli stand che offrono le specialità locali delle varie prefetture di tutto il Giappone: molto spesso sono presenti assaggi gratis per promuovere e far conoscere queste prelibatezze. Infine un'altra peculiarità della sezione gastronomia è la presenza delle specialità stagionali: le varie bancarelle esporranno ad esempio castagne in autunno e bambù in primavera.  

Se volete fare un regalo, qui andate sul sicuro: dai meravigliosi dessert francesi alle specialità giapponesi ci sarà l'imbarazzo della scelta grazie a presentazioni sbalorditive e combinazioni di ingredienti insoliti. Per non parlare delle confezioni regalo di biscotti e cioccolatini che farete fatica a non comprare per voi; anche qui potrete trovare facilmente stand che offrono assaggi.  

Da non mancare anche la sezione degli alcolici per i migliori vini, whisky e bellissime bottiglie di sake, ottimo souvenir per il ritorno a casa. I commessi sono sempre molto disponibili nell'aiutarvi nella scelta per fare bella figura; non sono soluzioni molto economiche ma sono sicuramente di grande effetto. Infine se dovete fare un presente ad un amico nipponico, non dimenticate di guardare i cesti di frutta: preziosi sebbene deperibili, sono considerati il regalo perfetto, che si tratti di uva, pere o pesche.  

Se invece avete bisogno di qualcosa di fresco da consumare nella giornata, visitate la sezione del mercato: oltre a carne, pesce, frutta e verdura, nelle ore serali sarà possibile trovare sushi da asporto e bento scontatissimi. Li potrete riconoscere da un grande adesivo giallo apposto sulle confezioni: acquistate in tutta sicurezza, sono freschi, splendenti e deliziosi, anche se probabilmente dovrete combattere con pensionati e casalinghe per accaparrarvi l'affare migliore!  

I nomi migliori? Quelli delle catene più famose! A Tokyo ad esempio potete provare Takashimaya a Shibuya (recentemente rinnovato, offre un'incredibile selezione di cibi e un giardino sul tetto con un'area picnic), Isetan a Shinjuku (raccomandato per gli alcolici, ha un piccolo bar dove provare alcuni dei migliori whisky e un'incredibile varietà di cibi), Mitsukoshi sia a Nihonbashi che a Ginza (il più antico grande magazzino della capitale merita davvero una capatina), Tokyu Food Show a Shibuya (più economico e più conviviale) e Tobu a Ikebukuro (il più grande della capitale). Fonte consultata: TokyoCheapo Ps: Vorresti andare in Giappone ma non sai come fare?

Articolo originale: Animeclick.it