Spiriti sotto al Pavimento: Kamikiri

 

Continua la rubrica di "Spiriti sotto al pavimento", oggi vedremo nel dettaglio uno Yokai che vi presenterò, il suo nome è Kamikiri che tradotto significa "taglia-capelli".  

Spiriti sotto al pavimento: rubrica di folklore nipponico - Ep. 8

I Kamikiri sono una specie magica di artropodi, hanno un becco a forbice e rasoi come mani. Sono piccoli e in grado di entrare furtivamente attraverso porte e finestre aperte senza allertare le loro vittime. Il loro habitat naturale sono aree urbane, vicoli bui, servizi igienici e camere da letto; la loro dieta? I capelli umani. Il modus operandi di un Kamikiri è semplice: furtivamente di notte taglia i capelli di una persona. Si nascondono sotto le tegole e attendono l'ignara preda, sono indiscriminati nei loro attacchi, non fanno distinzioni tra uomini, donne, servi o nobili; colpiscono nelle aree urbane, in particolare nei vicoli o nei bagni. In molti casi l'incidente passa completamente inosservato, solo molto più tardi la vittima se ne accorge perché la cosa viene notata da un amico o da un familiare. Spesso può anche capitare che la vittima stia dormendo nel letto quando succede.  

Spiriti sotto al pavimento: rubrica di folklore nipponico - Ep. 8 Spiriti sotto al pavimento: rubrica di folklore nipponico - Ep. 8

C'è una storia che ormai è diventata leggenda: infatti un articolo di un attacco kamikiri è stato stampato su un giornale. Il 20 maggio 1874, in un quartiere di Tokyo, intorno alle 9:00, Gin, una serva, lasciò la dimora del padrone per usare il gabinetto. D'un tratto sentì improvvisamente un brivido spettrale e un attimo dopo i suoi capelli arruffati caddero sulla sua faccia come se la sua lunga coda di cavallo fosse stata mozzata alla base! Gin si fece prendere dal panico e si precipitò a casa di un vicino, dove perse subito i sensi. I vicini controllarono il gabinetto e scoprirono i capelli mozzati che erano sparsi sul pavimento. In seguito, la serva si ammalò dallo stress e tornò a vivere con la sua famiglia in campagna. Dopo quell'avvenimento nessuno ha mai usato più quella latrina. Di questi tempi tali spiriti non sono più temuti come erano una volta, male che vada infatti, vi becchereste qualche ciocca in meno! Bene, anche questo episodio si è concluso, ci rivediamo tra un paio di settimane! A presto, ciao!

Fonte Consultata: Yokai.com

Articolo originale: LINK