Steins;Gate 0: andiamo alla scoperta dei veri luoghi di Akihabara!

 

Attenzione! In questo articolo sono presenti spoiler dell'episodio 8 di Steins;Gate 0!

Dopo sette anni di assenza, Steins;Gate è nuovamente approdato sui teleschermi con una nuova serie chiamata Steins:Gate 0. Le atmosfere dell'originale sono ora cambiate e ci viene presentata una storia molto più cupa e drammatica. I vari luoghi che circordano il quartiere di Akihabara appaiono sotto una luce diversa, ma essenzialmente rimangono sempre gli stessi della prima serie, la quale è stata in passato lodata per la fedele riproduzione della controparte reale del quartiere fra i più famosi di Tokyo. Precisiamo però una cosa: il Laboratorio di Gadget Futuristici è frutto di finzione e non esiste nella Akihabara reale (o almeno non in questa linea temporale). Esiste un palazzo che assomiglia lontanamente al laboratorio, ma purtroppo gli edifici circostanti appaiono ben diversi da quelli visti nell'anime e nella visual novel. Possiamo invece trovare il maid cafè che ha ispirato il May Queen Nyan-nyan dove lavorano Faris e Mayuri. In realtà si chiama Café Mai:lish ed è situato nei pressi della stazione di Suehirocho. Come potete ben notare dalla foto qui sotto, la sala interna è stata accuratamente riprodotta.  

Akihabara (anche chiamata Akiba dai personaggi dell'anime) è famosa in tutto il mondo per essere il paradiso degli otaku. Attraversando le strade principali, è possibile scorgere numerosi negozi di elettronica, videogiochi e fumetti.  

Altro punto di interesse e luogo dove si svolgono alcune delle scene più importanti di Steins;Gate è il Radio Kaikan. La facciata frontale dell'edificio non è del tutto simile a quella presente nell'anime poichè l'intero stabilimento fu smantellato nel 2011 (un anno dopo le vicende narrate) e riaperto poi nel 2014. Al suo interno possiamo trovare numerosi negozi di anime e gadget.  

Non poteva mancare il famoso ponte di colore verde che sorvola la linea ferroviaria JR Sobu. È possibile scovare inoltre la stradina dove Maho viene "colta di sorpresa" dalla prof. Reyes nei pressi del parco Horin.  

Il fiume Kanda compare spesso durante gli eventi di Steins;Gate 0 insieme ai numerosi ristoranti circostanti e al celebre Ponte Mansei. Molti altri ponti e sottopassi compaiono nella serie, fra i quali c'è anche il Ponte Shohei.  

Se si attraversa una piccola strada stretta subito dopo il ristorante Watami (chiamato Tatami nell'anime), si possono raggiungere due luoghi chiave della serie: il ponte pedonale Kanda Fureai e il Tempio Yanagimori dove abita Lukako. Quest'ultimo però appare un po' diverso nel mondo reale.  

  Durante l'episodio nel quale Okabe, Daru e Moeka cercano di rintracciare la scomparsa Kagari, è possibile intravedere il famoso negozio Animate.  

Seppure l'università di Maho e del prof. Leskinen non esista nella realtà, la stazione di Wakoshi che collega Akiba al centro di ricerca è del tutto vera. L'hotel dove alloggia Maho è il Toyoko Inn.  

Infine ecco una foto del parco Nishi-Ikebukuro e un'altra del luogo dove Kurisu ritrova Okabe nella linea temporale alfa.  

 

 

 

Steins;Gate 0 è tratto dall'omonima visual novel del 2015, midquel dell'originale Steins;Gate risalente al 2009. Successivamente lo studio White Fox ha realizzato un adattamento animato del primo gioco e un film originale (entrambi licenziati qui in Italia da Dynit). Questa nuova serie viene attualmente trasmessa in onda su VVVVID.  

Ambientato nella linea di Universo Beta, Rintarou Okabe continua ad essere tormentato dai flashback della morte di Kurisu e dagli incidenti delle varie Linee di Universo Alpha. I Membri del Laboratorio sono preoccupati per lui e, sotto consiglio di Mayuri, comincia un trattamento presso una clinica della salute. La svolta arriva quando, mentre stava aiutando ad un seminario universitario, incontra il professore e supervisore della ricerca di Kurisu, Alexis Leskinen, e la sua assistente, Maho Hiyajou.