ISLAND: andiamo alla scoperta dei luoghi dell'anime

 

La stagione estiva degli anime è cominciata, e si capisce! ISLAND è l'estate stessa: questa nuova serie in corso distribuita da Crunchyroll è ambientata sull'isola di Niijima (chiamata Urashima nell'anime), un luogo dove l'acqua cristallina bagna le spiagge e i suoni e gli odori della natura emergono in tutta la loro purezza.   

L'isola di Urashima, una località molto lontana dalla terraferma, era conosciuta un tempo per essere un luogo di pace, prosperità, benessere. Cinque anni orsono le tre più importanti famiglie dell'isola hanno subìto una serie di eventi violenti che hanno spezzato l'atmosfera idilliaca dell'isola su cui, da allora, è calata un'atmosfera di sospetto. Temendo un intervento dal Continente la popolazione ha deciso di interrompere ogni contatto con la terraferma avviando così l'isola ad un lento ed inesorabile declino. Le speranze di uscire da questa situazione sono legate a tre giovani ragazze, Karen Kurutsu, Sara Garando e Rinne Ohara, le eredi delle tre grandi famiglie dell'isola ma le tre non riescono a spezzare le catene delle tradizioni che le spingono a lottare fra loro più che a cooperare. Un giorno sulle spiagge dell'isola arriva un ragazzo, Setsuna Sanzekai. Egli sostiene di arrivare dal futuro per cambiare il tragico destino dell'Isola.

Il nome Urashima, con il quale viene chiamata l'isola di Niijima nell'anime, potrebbe riferirsi alla storia appartenente al folklore giapponese di Urashima Taro. Dopo aver salvato una tartaruga, Taro viene guidato nel Palazzo sottomarino del Drago, dove incontra Otohime.  Dopo aver trascorso alcuni piacevoli giorni presso il lussuoso palazzo, Taro decide di andarsene e Otohime gli dona la scatola del Tamatebako da conservare come ricordo. La scatola proteggerà Taro ma non dovrà mai essere aperta. Ma una volta arrivato a casa, si rende conto che sono passati cento anni dall'incontro con Otohime; decide così, assalito dallo sconforto e dalla confusione, di aprire la scatola, che lo trasforma in un vecchio.   

1a.jpg

A sud-ovest della penisola di Izu, nell'isola di Honshu, si estende una serie di isole vulcaniche che sono sotto la giurisdizione di Tokyo, tra cui Niijima. La forma allungata che l'isola mostra nella realtà la rende diversa da quella rappresentata nell'anime. Storicamente Nijiima serviva come luogo di esilio per i prigionieri del periodo Edo, ma scopriamo ora che ruolo gioca nella serie.  

2a.jpg

La spiaggia è la protagonista di ogni episodio. Lunghe distese di sabbia bianca vengono accarezzate da un'acqua che è l'attrazione principale per i surfisti dell'isola. In particolare, quella mostrata qui sopra è la spiaggia di Habushiura.  

3a.jpg

L'insolito edificio bianco che si erge lungo la spiaggia segna l'ingresso di Habushibura.  

4a.jpg

  E' in questo posto che Karen si imbatte in Setsuna per la prima volta.  

5a.jpg

Ecco il portale che dà accesso alla spiaggia, visto frontalmente. I paesaggi e le luci presenti in ISLAND ricordano davvero un paradiso tropicale.  

6a.jpg

In tutta l'isola sono situati questi volti di pietra che ricordano le celebri sculture dell'Isola di Pasqua. Queste statue furono scolpite dagli abitanti locali di Niijima, i moyai (che nel dialetto locale significa "lavorare insieme), e nonostante non siano famose alla pari delle loro cugine dell'Oceano Pacifico, sono diventate il simbolo dell'isola. Inoltre, queste sculture sono state realizzare da un particolare tipo di roccia vulcanica chiamata koga, reperibile soltanto a Niijima e sull'isola italiana di Lipari.  

7a.jpg

 

8a.jpg

Se guardate con attenzione, anche nell'anime potrete scorgere qua e là tra i fotogrammi i resti dei queste statue.   

9a.jpg

 

10a.jpg

Ma i più interessanti resti delle statue koga, ebbene, non si trovano su Niijima, ma sul versante sud-occidentale della stazione di Shibuya a Tokyo, come dono dell'isola.  

11a.jpg

 

12a.jpg

Non lontano dal porto si trova la Shine, Torre del Vento e delle Onde e una rampa di scale completamente costruita in koga. Dall'alto delle scale è possibile scorgere la sorgente termale all'aperto di ispirazione greca.  

13a.jpg

Altre sculture si trovano nel grande parco di Habushiura, accanto alla spiaggia, in cui è presente anche un campeggio.  

14a.jpg

La soluzione più veloce e conveniente per raggiungere l'isola è sicuramente un viaggio in barca. Da Tokyo partono traghetti (anche notturni) che impiegano una decina di ore per approdare alle coste di Niijima, ma con motoscafi più veloci è possibile impiegare soltanto tre ore. L'isola è raggiungibile anche grazie a voli di soli trenta minuti che partono dall'aeroporto di Chofu.  

15a.jpg

Il porto nell'immagine è situato nella parte occidentale di Niijima e offre una buona visione dei rilievi vulcanici dell'isola.  

16a.jpg

 

17a.jpg

All'estremità settentrionale dell'isola sorge il santuario Miyazakuri. Sembra che, essendo le ragazze provenienti da tre affermate famiglie dell'isola, Niijima sia divisa equamente tra loro: Sara vive nel santuario del nord, Karen, la figlia del sindaco, vive nella città al centro dell'isola, mentre l'abitazione di Rinne si trova a sud.  

18a.jpg

In questo luogo un tempo sorgeva un laboratorio di ricerca sulle rocce dell'isola.  

19a.jpg

Siamo giunti al termine di questo tour di Niijima/Urashima. Vi è piaciuto? Se siete amanti del Sol Levante e vi piacerebbe passare qualche giorno di relax alla luce del sole, in compagnia delle onde del mare, allora Niijima fa per voi. Alla prossima avventura!  

Articolo originale: Animeclick.it


Tempo fa partimmo per il viaggio alla scoperta dei luoghi presenti in ISLAND, il nuovo anime trasmesso da Crunchyroll, comparandoli alle località reali. Ebbene, è tempo di riprendere il cammino e continuare il nostro itinerario! Ci troviamo sull'isola di Niijima (chiamata Urashima nell'anime), a sud di Tokyo, famosa per le sue distese di sabbia bianca e i resti di statue che ricordano quelle presenti sull'isola di Pasqua. Qualora vi siate persi l'appuntamento precedente, vi invitiamo a leggere la news a riguardo.  

L'isola di Urashima, una località molto lontana dalla terraferma, era conosciuta un tempo per essere un luogo di pace, prosperità, benessere. Cinque anni orsono le tre più importanti famiglie dell'isola hanno subìto una serie di eventi violenti che hanno spezzato l'atmosfera idilliaca dell'isola su cui, da allora, è calata un'atmosfera di sospetto. Temendo un intervento dal Continente la popolazione ha deciso di interrompere ogni contatto con la terraferma avviando così l'isola ad un lento ed inesorabile declino. Le speranze di uscire da questa situazione sono legate a tre giovani ragazze, Karen Kurutsu, Sara Garando e Rinne Ohara, le eredi delle tre grandi famiglie dell'isola ma le tre non riescono a spezzare le catene delle tradizioni che le spingono a lottare fra loro più che a cooperare. Un giorno sulle spiagge dell'isola arriva un ragazzo, Setsuna Sanzekai. Egli sostiene di arrivare dal futuro per cambiare il tragico destino dell'Isola.

 

1.jpg

La Yunohama Roten Onsen offre uno degli scorci più celebri dell'isola. La fonte termale a cielo aperto, architettonicamente ispirata alla classicità greca, è gratuita e aperta al pubblico 24 ore al giorno. Grazie alla sua collocazione, dai sei bagni potrete godere della vista dell'oceano.  

2.jpg

Non essendoci una zona femminile separata da quella maschile, ai visitatori è richiesto l'uso del costume.  

3.jpg

Dall'alto della fonte è possibile scorgere la vicina Torre del Vento e delle Onde. La rampa di scale della torre è interamente composta di roccia koga, un particolare tipo di roccia vulcanica reperibile solo su Niijima o sull'isola di Lipari, in Italia.  

4.jpg

La strada nella foto qui sopra può essere considerata il centro dell'isola, in cui è possibile trovare qualche ristorante, negozi di souvenirs e prodotti per la spiaggia.  

5.jpg

 

6.jpg

Invece, la strada che vedete qui sopra sembra che nell'anime conduca alla proprietà di Rinne sebbene il modello dell'abitazione non sia realmente collocato sull'isola, ma in un altro luogo che scoprirete tra poco.  

7.jpg

 

8.jpg

L'isola è facilmente percorribile in bicicletta e per questo ci sono molti luoghi in cui potrete noleggiare il vostro bolide, come quello che si scorge nella foto qui sopra, sulla sinistra.  

9.jpg

 

10.jpg

 

11.jpg

La stravagante struttura bianca che vedete qui sopra indica l'entrata alla spiaggia di Habushiura, lungo la costa orientale dell'isola. Essa gode di molta popolarità tra i surfisti e, proprio per questo, durante l'anno la spiaggia è teatro di numerose competizioni sportive.  

12.jpg

 

13.jpg

Sebbene Tokyo non sia proprio famosa per lunghe spiagge e verdi alture, l'isola di Niijima è formalmente sotto la giurisdizione del Tokyo Metropolitan Government.  

14.jpg

 

15.jpg

 

16.jpg

La statua che sembra rappresentare un polipo è una delle più famose che possono essere trovate sull'isola e, come le altre, è realizzata in koga.  

17.jpg

 

18.jpg

 

19.jpg

  Proprio come nell'anime, il Niijima Welfare Hall offre davvero una sala da bowling al suo interno.  

20.jpg

Dopo aver battuto Setsuna a bowling, Rinne si gode il gelato della vittoria al Morita Liquor Shop.  

21.jpg

Come recita la scritta sul blocco di pietra nella foto, questo sito lungo la costa occidentale è un posto meraviglioso per guardare il tramonto: il luogo perfetto per Setsuna e Rinne che concludono così il loro primo appuntamento.   

22.jpg

 

23.jpg

Nel quarto episodio Setsuna e Karen si dirigono verso il porto dal quale salperanno per Tokyo. Il modo perfetto per viaggiare dalla capitale a Niijima è il traghetto che salpa dal Tokai Kisen Seven Island. Il viaggio dura meno di tre ore e potrete godere di una curiosa novità: la voce che manda gli annunci sul traghetto è quella di Yukari Tamura, la doppiatrice di Rinne.  

24.jpg

Le ragazze approdano al molo di Takeshiba a Tokyo e si dirigono subito verso la stazione di Hamamatsucho, da cui partiranno per incontrare la madre di Karen.  

25.jpg

 

26.jpg

Restando a Tokyo... Presso il Komaba Park è situata l'abitazione da cui è tratta la casa di Rinne! L'edificio in stile occidentale un tempo era la residenza del Generale Toshinari Maeda. L'edificio in mattoni si trova al centro del parco e al suo interno si trova il Museo di Letteratura Giapponese Moderna.  

Articolo originale: Animeclick.it